VIDEO| GDF NAPOLI: SEQUESTRATE 2 ATTIVITA' COMMERCIALI ABUSIVE


Articolo pubblicato il: 01/12/2017 11:00

Lo apprendiamo dalla nota stampa giunta in redazione:

"NEL QUADRO DELL’INCESSANTE ATTIVITÀ ESERCITATA DALLA GUARDIA DI FINANZA SUL TERRITORIO VOLTA A CONTRASTARE LA CRIMINALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA E PREVENIRE E REPRIMERE REATI AMBIENTALI LEGATI AI CICLI PRODUTTIVI, I FINANZIERI DEL COMANDO PROVINCIALE NAPOLI, NEL CORSO DI - spiega la nota - DUE DISTINTI INTERVENTI, HANNO SOTTOPOSTO A SEQUESTRO DUE OPIFICI CLANDESTINI RISPETTIVAMENTE ESERCENTI L’ATTIVITÀ DI OFFICINA MECCANICA E LA PRODUZIONE E L’ASSEMBLAGGIO DI CAPI IN PELLE. IN PARTICOLARE, I FINANZIERI DEL GRUPPO DI GIUGLIANO IN CAMPANIA, NEL CORSO DI UN PRIMO CONTROLLO, EFFETTUATO NEL COMUNE DI GIUGLIANO IN C., A SEGUITO DI UNA PREGRESSA ATTIVITÀ INFO-INVESTIGATIVA, HANNO SCOPERTO UN’OFFICINA MECCANICA SCONOSCIUTA AL FISCO ED OPERANTE SENZA ALCUNA AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA ANCHE PER QUANTO - spiega la nota- CONCERNE LA GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI DERIVANTI DALL’ESERCIZIO DI TALE IMPRESA. NEL SECONDO INTERVENTO, ESEGUITO SEMPRE DAL PREDETTO REPARTO DIPENDENTE NELLA CITTADINA DI MELITO DI NAPOLI, HANNO INDIVIDUATO UN OPIFICIO, RICAVATO ALL’INTERNO DI UN APPARTAMENTO, ATTREZZATO PER REALIZZARE ARTICOLI IN PELLE. ANCHE QUEST’ATTIVITÀ ILLECITA ERA
SCONOSCIUTA AL FISCO ED ESERCITATA IN TOTALE ASSENZA DI AUTORIZZAZIONI, CHE IMPIEGAVA TRA L’ALTRO ANCHE 7 LAVORATORI IN NERO. AL TERMINE DELLE CITATE OPERAZIONI, LE FIAMME GIALLE SEQUESTRAVANO, - spiega la nota- RISPETTIVAMENTE, L’INTERO IMMOBILE ATTREZZATO AD OFFICINA MECCANICA CON TUTTE LE ATTREZZATURE PRESENTI COMPRESO GLI OLI ESAUSTI ED I RIFIUTI SPECIALI, MENTRE, PER QUANTO CONCERNE L’AZIENDA DI PRODUZIONE DEGLI ARTICOLI IN PELLE, VENIVANO SEQUESTRATI: L’APPARTAMENTO DI MQ 120, 52 MACCHINARI, PRODOTTI SEMILAVORATI, NUMEROSI ROTOLI DI PELLE E DI COTONE, MODELLI DI CARTA ED ACCESSORI PER LA REALIZZAZIONE DI CAPI DI ABBIGLIAMENTO, OLTRE A RIFIUTI SPECIALI DERIVANTI DAGLI SCARTI DI LAVORAZIONE. I RESPONSABILI DELLE DUE ATTIVITÀ VENIVANO DENUNCIATI ALLA COMPETENTE AUTORITÀ GIUDIZIARIA. L’ATTIVITÀ DI SERVIZIO SVOLTA TESTIMONIA IL COSTANTE PRESIDIO, ESERCITATO DALLA GUARDIA DI FINANZA SUL TERRITORIO, A CONTRASTO DI TUTTI QUEI COMPORTAMENTI IN GRADO DI MINARE LA SANA E LEALE CONCORRENZA TRA GLI OPERATORI, IN DANNO DEI CONSUMATORI E DEGLI IMPRENDITORI CHE RISPETTANO LE REGOLE DEL MERCATO".





Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.