CARDITELLO. Continuano le aperture straordinarie gratuite nei giorni festivi di maggio, giugno e luglio






Articolo pubblicato il: 18/04/2018 17:19:40

Questo il comunicato giunto in redazione. 

"Il ciclo di aperture straordinarie gratuite proseguirà nei giorni festivi di maggio, giugno e luglio 2018, dalle 9.00 alle 12.30. 
Le aperture, promosse dal novembre del 2016 dalla Fondazione Real Sito di Carditello e realizzate con la collaborazione dell’Associazione Agenda 21 per Carditello, contribuiscono a promuovere la conoscenza del Sito. 
Le visite e le iniziative continueranno anche in presenza dei cantieri di restauro per i lavori finanziati con fondi PON 2014-2020, per permettere ai visitatori di seguire gli sviluppi del progetto di valorizzazione del complesso monumentale. 


Maggio:
martedì 1, h. 9.30 – 12.30
domenica 6, h. 9.30 – 12.30
domenica 13, h. 9.00 – 12.30
domenica 20, h. 9.00 – 12.30

Giugno:
sabato 2, h. 9.00 – 12.30
domenica 3, h. 9.00 – 12.30
domenica 10, h. 9.00 – 12.30
domenica 17, h. 9.00 – 12.30
domenica 24, h. 9.00 – 12.30

Luglio:
domenica 1, h. 9.00 – 12.30
domenica 8, h. 9.00 – 12.30
domenica 15, h. 9.00 – 12.30
domenica 22, h. 9.00 – 12.30
domenica 29, h. 9.00 – 12.30


ingresso libero e gratuito 
si consiglia di indossare abiti comodi 
parcheggio esterno gratuito 

In caso di partecipazione di gruppi di visitatori, è richiesto l’invio di una mail agli indirizzi agenda21carditello@gmail.com e segreteria@fondazionecarditello.org 

Per conoscere tutte le iniziative in programma, consultare la sezione News


Il Real Sito di Carditello fu costruito nel 1787 dall’architetto Francesco Collecini, allievo di Luigi Vanvitelli, per volere di Ferdinando IV di Borbone. Situato nell’area denominata Campania Felix e ideato come moderna fattoria, il Sito ha attraversato la storia degli ultimi secoli fino al progressivo abbandono, divenendo, oggi, simbolo di riscatto.
Dal 2016 il complesso monumentale è affidato alla Fondazione Real Sito di Carditello, costituita dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Campania e dal Comune di San Tammaro. 
La Fondazione Real Sito di Carditello, presieduta dal Prof. Luigi Nicolais, si occupa di restituire lo splendido monumento intriso di storia a una completa fruizione pubblica e alla riproposizione delle attività produttive che ne avevano ispirato la nascita e lo sviluppo."