CASERTA. Tutte le iniziative del Planetario del Comune di Caserta. Da oggi a venerdì gratis






Articolo pubblicato il: 23/09/2019 15:28:54
Ultimo aggiornamento articolo: 23/09/2019 15:40:09

Questo il testo del comunicato stampa arrivato in redazione:

"Anche quest'anno il Planetario organizza spettacoli dimostrativi gratuiti in occasione dell'equinozio di Autunno e per la Notte dei Ricercatori.

A) Lunedì 23 settembre 2019, ore 21.30
Pillole di astronomia: le stagioni raccontate ai più piccoli
(adatto dai 6 anni in su)
Planetario di Caserta

Ingresso gratuito.

50 posti a turno.

Si legge nel comunicato.Non è possibile prenotare. Apertura dalle 21.20.

Qualora ci fossero spettatori in coda, eccedenti la capienza dell’evento delle 21.30 lo stesso breve spettacolo sarà replicato alle ore 22.00.

Perché sulla Terra si alternano le stagioni? Perché (nel nostro emisfero) il clima è più caldo d’estate ed è più freddo d’inverno? Dipende dalla vicinanza della Terra al Sole? Il 23 settembre è la data tradizionalmente fissata per l’inizio dell’autunno. In effetti, dal punto di vista astronomico, - si legge nel comunicato - la data dell’equinozio di autunno cambia di anno in anno (quest’anno cadrà LUN 23 settembre alle ore 9.50, ora legale) mentre l’autunno meteorologica inizia (ogni anno!) il 1 settembre. L’evento prevede la visita guidata ad una delle meridiane esposte nel percorso museale e il breve spettacolo in cupola “Le stagioni con Ilario”.

B) Venerdì 27settembre 2019
ore 21.00, 21.30, 22.00, 22.30
Astronomia al tempo dell’Appia: Eratostene e il raggio terrestre
Planetario di Caserta

Ingresso gratuito.

Si legge nel comunicato. Apertura dalle ore 20.50.

50 posti a turno. Lo spettacolo sarà replicato 4 volte nelle due ore complessive di attività ogni 30 minuti
Non è possibile prenotare

La Terra è una sfera, o quasi: ma quant’è il suo raggio? Come l’hanno misurato? Chi? Come fu possibile 2240 anni fa circa misurarlo con impressionante precisione? … e senza gli strumenti tecnologici di oggi…..Scoprilo venendo al Planetario! Il breve spettacolo dimostrativo propone la simulazione in cupola della stima del raggio terrestre effettuata nel 240-230 a.C. da Eratostene di Cirene. Si legge nel comunicato. Eratostene fu un famoso matematico (suo l’algoritmo per ricavare i numeri primi), fu bibliotecario della celebre biblioteca di Alessandria, la più grande del mondo antico e fu astronomo.

Il Planetario di Caserta è una struttura educativa di proprietà del Comune di Caserta, considerata all'avanguardia in Italia per qualità e portato innovativo della didattica sviluppata e per la tecnologia impiegata. Si legge nel comunicato. Dal settembre 2012, il Planetario è gestito da una Associazione Temporanea di Scopo costituita tra tre scuole pubbliche casertane (ITS "Buonarroti" capofila, IC "Vanvitelli" e IC "Ruggiero - 3 Circolo")."