ESCLUSIVA JUVECASERTA. Pres. On. Maggiò: "L'obiettivo è mantenere il PalaMaggiò aperto. Poi..."






Articolo pubblicato il: 20/05/2019 13:21:22
Ultimo aggiornamento articolo: 20/05/2019 13:21:22

Sono passati quindici giorni dall'eliminazione della Juvecaserta dalla corsa playoff, e qualche rammarico vista la successiva netta eliminazione di Nardò per mano di Pescara (3-0) sarà di certo cresciuto nell'anima dei protagonisti bianconeri. Per parlare di futuro ovviamente è ancora presto, ma abbiamo sentito il presidente onorario Gianfranco Maggiò per capire quale sarà il suo impegno personale nella prossima stagione.

Innanzitutto come ha vissuto queste domeniche senza pallacanestro? "Non saprei neanche come definirle - ha esordito Maggiò -. Non vorrei dire con amarezza, ma certamente per quelle che erano le aspettative pensavo di poter essere ancora al seguito della squadra. La precoce eliminazione è stata davvero una situazione un po' strana".

Quale sarà il suo impegno futuro per il club bianconero? "Io ricopro il ruolo di presidente onorario all'interno di una società che dovrà prendere le proprie decisione e stilare un suo programma. Ed avendo un ruolo onorario e non operativo il mio impegno sarà votato più ad un trasporto emotivo. Attraverso la squadra - ha continuato Maggiò - ho l'obiettivo di mantenere aperto il PalaMaggiò, struttura il cui destino deve essere salvato. Questo è il mio obiettivo primario e principale, e non verrà meno. Dopodiché in ogni caso bisognerà adeguarsi a quelle che sono le programmazioni future. Se la squadra l'anno prossimo disputerà un altro campionato, come è stato per questa stagione, io non verrò meno. Non sono però il proprietario del club, e quindi - ha concluso Maggiò - non spetta a me in questo momento stabilire il da farsi".