Portico di Caserta. Con l'estrazione dei numeri delle tradizionali battuglie di pastellessa si alza il sipario sulla festa di Sant'Antuono in programma il 24,25,26 gennaio






Articolo pubblicato il: 20/01/2020 12:31:40
Ultimo aggiornamento articolo: 20/01/2020 12:32:12

Questa la nota giunta in redazione:

"L’estrazione dei numeri associati all’ordine con cu sfileranno le tradizionali battuglie di pastellessa ha ufficialmente sancito l’inizio dell’edizione 2020 di “Carri, Ritmi e Pastellessa”, la kermesse- si legge nella nota- organizzata dall’associazione Tradizion Cant e Suon a Sant’Antuono e dal Comune che ogni anno si rinnova a Portico di Caserta. Cresce l’attesa per la tre giorni scanditi a suon di pastellessa in programma il 24, 25 e 26 gennaio. Saranno queste le giornate che vedranno sfilare i carri ed esibirsi circa 800 bottari. L’intera settimana sarà caratterizzata- si legge nel comunicato- da eventi ed attività che se da una parte rinnoveranno le antiche tradizioni legate al Santo, dall’altro le amplieranno all’interno di un corollario che ne consenta la piena valorizzazione socio-culturale, mantenendo fede allo spirito originario della festa. Martedì 21 gennaio, alle ore 19.00, sarà celebrata la Santa Messa per tutti i carristi, seguita dalla processione e benedizione in Piazza Rimembranza. In serata sarà la volta della tradizionale accensione del cippo ed, a seguire, i giochi tradizionali in piazza. Nell'occasione- si legge nella nota-, i possessori dei Biglietti della Lotteria “Carri Cippi e Pastellessa” potranno degustare gratuitamente un piatto di pasta e fagioli presso gli stand dedicati. Momento tra i più attesi dai carristi, l’estrazione dei numeri associati agli undici carri che parteciperanno ha decretato il seguente ordine:

1) I Uagliun e via Trento
2) Sant’Antuono Ora e sempre
3) O Rion e Sant’Antuon
4) A Musica Nov
5) Suoni e Fantasia
6) I Guerrier e Sant’Antuon
7) A’ Cumpagnia ri suon ritmi e passioni

8) Compagnia del Punto e a capo
9) Tarantella Sound
10) Ritmi e Tradizioni
11) Amici dell’Osteria"