A Salerno un convegno dedicato alla Legge di Bilancio






Articolo pubblicato il: 16/01/2019 17:08:01
Ultimo aggiornamento articolo: 16/01/2019 17:08:01

Si terrà domani il primo convegno dell’anno 2019 organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno. Appuntamento alle ore 15.30, presso il Saint Joseph Resort in via S. Allende numero 66 a Salerno. 

“D.L. 119/2018 e Legge di Bilancio. Lo scenario Fiscale 2019”, questo il titolo dell’appuntamento che tratterà i temi più scottanti nel mondo economico nazionale: Flax Tax, nuovi regimi fiscali, pace fiscale e rottamazione delle cartelle esattoriali 3.0. Il D.L. n.119/2018, convertito in legge n.136, infatti, contiene tutte le novità fiscali che riguardano gli strumenti per la “pacificazione fiscale”, la semplificazione degli adempimenti, l’innovazione del processo tributario, la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi e la disciplina del Gruppo Iva.
 Ad aprire con gli indirizzi di saluto il Presidente ODCEC di Salerno, Salvatore Giordano, e il Segretario ANC Salerno, Mauro De Santis. Al banco dei relatori: Riccardo Patimo, commercialista di Roma, e Antonio Sanges, componente commissione scientifica ANC Salerno.

L’evento di domani, inoltre, rappresenterà, non solo una grande occasione per tutti i commercialisti e gli esperti del settore al fine di arricchire il proprio bagaglio professionale, ma costituirà anche motivo di vanto per la città di Salerno poiché sarà il primo convegno sul tema organizzato in provincia, anticipando così i consueti workshop nazionali attivati dalle testate giornalistiche de Il Sole 24 Ore e Italia Oggi.

«La nuova Legge di Bilancio 2019 coinvolgerà diversi attori, tra cui aziende e lavoratori autonomi– spiega il Presidente dell’ANC Salerno, Matteo Cuomo -. Il convegno nasce per permettere a tutta la categoria di approfondire l’argomento e di risolvere eventuali dubbi e perplessità. Rispetto al testo originario pubblicato nella Gazzetta Ufficiale lo scorso ottobre, infatti, il decreto perde alcuni pezzi, tra cui la dichiarazione integrativa speciale, ma si arricchisce di nuovi tasselli, tra cui la sanatoria delle irregolarità formali, la pace fiscale e tanto altro».