ISCHITELLA. Spari dalla spiaggia per uccidere fauna migratoria. In tre nei guai






Articolo pubblicato il: 15/03/2019 16:22:21
Ultimo aggiornamento articolo: 15/03/2019 18:52:45

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del Comando Provinciale Carabinieri di Caserta: "In Localita’ “Ischitella” in agro del Comune di Castelvolturno (CE), presso ..., i militari  della locale Stazione CC Forestale di Castelvolturno e del Nucleo CC CITES di Napoli, nell’ambito dell’attività di controllo “Coordinamento Operativo Locale Permanente Antibracconaggio” Coste Pontino-Campane, con il coinvolgimento dei volontari delle Associazioni LIPU, ENPA e WWF, sorprendevano dalla spiaggia, ad una distanza di circa 100 mt., tre soggetti nascosti dietro una staccionata, di cui uno armato di fucile, in atteggiamento di caccia, in quanto sull’acqua erano posizionati n. 05 stampi in plastica riproducenti l’avifauna da abbattere. I militari - continua la nota - sono intervenuti identificando i presenti ed hanno proceduto alla perquisizione dei luoghi e delle cose per la ricerca di armi e munizioni. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti, riposti in una struttura in legno chiusa con lucchetto,  n. 01 fucile automatico da caccia e  n. 04 cartucce cariche cal. 12, quindi pronto all’uso e manomesso, che è risultato poi rubato. All’interno della stessa struttura in legno è stato rinvenuto, altresì, un giubbino contenente n. 10 cartucce cariche cal. 12. Nelle altre strutture adiacenti - continua la nota -, si rinvenivano, ancora, attrezzi vari utilizzati per l’attività venatoria ed avifauna abbattuta, nello specifico n. 37 esemplari di avifauna di cui n. 01 mestolone (Spatula clypeata), n. 07 alzavole (Anas crecca), n. 03 fischioni (Mareca penelope), n. 01 canapiglia (Mareca strepera), n. 14 pettirossi (Erithacus rubecula), n. 02 codirossi (Phoenicurus phoenicurus), nn. 07 passeri (Passer domesticus), n. 01 verzellino (Serinus serinus) e n. 01 fringuello (Fringilla coelebs). Nel complesso, oltre ai predetti esemplari - continua la nota -, sono stati sequestrati: 01 fucile automatico da caccia calibro 12 a 03 colpi, marca Beretta Mod. A.300 con n° 04 cartucce al suo interno; -n° 122 cartucce cariche calibro 12 e n° 04 cartucce scariche; n. 01 fucile modello e marca sconosciuto, completamente corroso da ruggine e NON efficiente; n° 11 stampi di plastica riproducenti l’avifauna acquatica; n° 11 reti di nylon di colore nero utilizzate per l’attività di uccellagione; n° 01 batteria marca SIC da 12 volt. I tre - continua la nota - venivano deferiti alla competente A.G. per violazione alla legge n. 157/92 per attività  venatoria in periodo di caccia chiusa, furto venatorio, maltrattamento e uccisione di animali, nonché detenzione abusiva di armi. E’ il caso di specificare che gli uccelli migratori compiono migrazioni generalmente 2 volte l’anno. La prima dalla metà di Agosto a Dicembre verso le aree geografiche con clima mite e quantità di cibo maggiore, e la seconda - continua la nota - proprio verso Febbraio/Aprile facendo la rotta inversa, tornando per il periodo della riproduzione nei luoghi più freschi e maggiori quantitativi di cibo tali da consentire una facile riproduzione."