PRESENTATA A MADRID LA MOSTRA "L'ARTE DEI PIZZAIUOLI NAPOLETANI: PATRIMONIO MONDIALE DELL'UNESCO"






Articolo pubblicato il: 25/01/2020 16:22:46
Ultimo aggiornamento articolo: 25/01/2020 16:22:46

Di seguito, il testo del comunicato, della Fondazione UniVerde, giunto in redazione:

"Raccontare e promuovere l’arte del pizzaiuolo napoletano, unitamente al percorso di conseguimento dell’iscrizione dell’elemento nella Lista Rappresentativa della Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità – Unesco, mettendone in luce i valori sociali e culturali espressi. Questo l'obiettivo della mostra dal titolo "L'arte dei pizzaiuoli napoletani: patrimonio mondiale dell'UNESCO" presentata giovedì 23 gennaio 2020 presso la Cancelleria Consolare dell'Ambasciata d'Italia a Madrid.-spiega la nota-Organizzata dalla Regione Campania d'intesa con il Dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", e con la collaborazione della Fondazione UniVerde, dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletani e dell'Associazione Verace Pizza Napoletana,-spiega la nota- la mostra è stata promossa in occasione della Fiera Internazionale del Turismo - FITUR 2020, allo scopo di sottolineare la vitalità e l'attrattiva dell'arte dei pizzaiuoli napoletani che da sempre stimola un turismo responsabile, sostenibile e universalmente fruibile a Napoli e in Campania,-spiega la nota- dove affondano le radici di questa secolare tradizione dalla quale ha origine la pietanza più diffusa e apprezzata al mondo, la pizza.-spiega la nota-All'evento sono intervenuti, tra gli altri: Stefano Sannino, Ambasciatore d'Italia in Spagna; Rosanna Romano, Direttore Generale per le Politiche culturali e il turismo presso la Regione Campania; Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde; Alessandra Priante, Direttore della Commissione Regionale Europa dell'United Nations World Tourism Organization (UNWTO). -spiega la nota-L'arte dei pizzaiuoli napoletani è un patrimonio di conoscenze artigianali uniche, tramandate di padre in figlio, che presuppongono esperienza, manualità, dedizione, estro, amore e fantasia in una sintesi di eccellenza che viene messa magnificamente in risalto nel percorso espositivo della mostra.-spiega la nota- Il valore universale di quest'arte viene confermato dalla motivazione ufficiale dell’UNESCO che, nella relazione finale di valutazione, pone l’accento sul «know-how culinario legato alla produzione della pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visuali, gergo locale, capacità di maneggiare l’impasto della pizza, esibirsi e condividere è un indiscutibile patrimonio culturale».-spiega la nota-In occasione dell'incontro, oltre ad una degustazione di pizza napoletana a cura dei maestri dell'arte bianca, si è tenuto il sorteggio, tra i partecipanti della serata, di un corso professionale per pizzaiuolo."