CE. AIL, successo per il convegno 'Il Paziente Ematologico: un paziente di tutti






Articolo pubblicato il: 13/11/2019 17:13:41
Ultimo aggiornamento articolo: 13/11/2019 17:14:55

Questo è il comunicato giunto in redazione dall'ufficio stampa dell'AIL:“Il Paziente Ematologico: un paziente di tutti”: è questo il titolo del convegno che si è tenuto oggi, - si legge nel comunicato - nell’aula di Cardiochirurgia dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. In prima fila, su una tematica tanto delicata, la sezione casertana dell’Ail, l’Associazione italiana contro Leucemie-linfomi e Mielomi, che ha prestato il suo patrocinio morale. E’ stato, - prosegue il comunicato -  infatti, il presidente dell’Ail di Caserta Fulvio Picazio a porgere i saluti di apertura dei lavori del convegno. Proprio al presidente Picazio il direttore dell’Uoc di Oncoematologia Ferdinando Frigeri ha consegnato una targa - si evince dalla nota - con il ringraziamento di quanto la sezione casertana dell’Ail ha fatto per il reparto dell’ospedale di Caserta e per tutti i suoi pazienti. Presenti anche le due dipendenti Ail che tutt’oggi operano - continua il comunicato - nel reparto del direttore Frigeri: la psicoterapeuta Michela Carozza e la biologa Caterina Pascariello. Presenti nel pubblico tanti direttori delle unità operative complesse - continua la nota - dell’ospedale provinciale. Tanto è stato fatto in concreto nel corso degli anni dall’Ail di Caserta per i pazienti del nosocomio casertano e tanto verrà fatto ancora: è stato il presidente della sezione casertana Picazio a sottolineare  - si evince dal comunicato - i continui sforzi profusi dall’Ail, che continueranno ad essere orientati al sostegno e a rendere quanto più forte il lavoro preziosissimo del direttore Frigeri e di tutto il suo team, ad oggi una vera e propria eccellenza - conclude il comunicato - per il territorio di Terra di Lavoro. Presto altra conferma in questo senso sarà il potenziamento della unità di primo livello per il trapianto autologo."